Regolamenti

Autorizzazione allo scarico fuori dalla pubblica fognatura

L’articolo 124 del decreto legislativo n. 152/2006 stabilisce che gli scarichi di acque reflue devono essere preventivamente autorizzati. L’autorizzazione viene rilasciata al titolare dell’attività da cui origina lo scarico. Coloro che intendono attivare uno scarico di acque reflue domestiche o assimilate, urbane, industriali e meteoriche di prima pioggia, fuori dalla pubblica fognatura, prima di attivare lo scarico dovranno presentare domanda di autorizzazione in formato digitale nel portale informatico del SUAPE.
L’autorizzazione allo scarico delle acque reflue ha validità quattro anni , un anno prima della scadenza deve essere richiesto il rinnovo. Le istanze di richiesta di autorizzazione allo scarico fuori dalla pubblica fognatura non contemplate dalla normativa SUAPE dovranno essere presentate all'ufficio Tutela delle Acque della Provincia, nelle seguenti modalità:
Nel caso di richiesta di autorizzazione allo scarico sul suolo o nello strato superficiale del sottosuolo, è fondamentale la presentazione della relazione idrogeologica e di caratterizzazione del suolo a firma di tecnico abilitato alla redazione di studi di idrogeologia e geologia (Geologo). La caratterizzazione del suolo deve intendersi di stratificazione nella quale devono essere poste in evidenza le alternanze litologiche del suolo interessato e le sue caratteristiche strutturali. Riguardo le caratteristiche fisiche e idrologiche del suolo è fondamentale la prova di percolazione che deve essere integrata con tutta la documentazione fotografica e la georeferenziazione del punto/i in cui è stata eseguita.

Ufficio Tutela delle Acque
tel 0781.6726.502-625-632

Tema: 
Tipo documento: